Tutto l'evangelo Adi 8x1000 - 2015
Home | Forum | Newsletter | Audio mp3 | Scuola Domenicale | Eventi | Foto | Link
Inserisci il tuo indirizzo Iscrivimi Cancellami Leggi arretrati Leggi arretrati
L'angolo del Pastore
Nato di nuovo
Letture
Studi biblici
Meditazioni
Pensieri
Attualità
Pionieri
Bibbia online

Emittenti TV Cristiani Oggi

Il messaggio della settimana in mp3

Le frequenze di radio evangelo

La nostra comunità

Testimonianza PentecostaĆ²e

Chi siamo

Le nostre attività

Turno campeggio 2017

Giornalino L'informatore Evangelico

:: Appello al ServizioLezione 5


“...L’Eterno vi ha scelti affinché siate davanti a lui per servirgli, per
essere suoi ministri…” 2 Cronache  29:11.


Testi principali: Esodo 35:4-35; 36:1-7; 40:34-38.
    La responsabilità del servizio Esodo 35:4-29.
Mosè lancia un appello a tutto Israele, perché tutti dovevano sentirsi coinvolti nel lavoro del tabernacolo. Nei versi che abbiamo letto notiamo come in tanti si sono impegnati, accogliendo l’invito dell’uomo di Dio Esodo 35:29.
Ogni credente deve sentirsi impegnato in qualche modo nel servire il Signore Luca 12:48. Dio ha affidato a ciascuno dei “doni differenti”, che vanno amministrati per la gloria di Dio e l’edificazione della Sua chiesa Romani 12:6-8; 1Pietro 4:10. È necessario non trascurare questo talento considerandolo poco importante o addirittura un peso Matteo 25:18.
Il servizio cristiano non è riservato esclusivamente ai credenti più dotati di talenti; tutti quanti siamo chiamati a dare il nostro contributo e fare la propria parte nell’opera del Signore Aggeo 2:4; 1Corinzi 3:6-9. Niente può essere realizzato per il Signore da una sola persona, vero è che alcuni lavorano “sotto i riflettori”, ma chi svolge la sua attività dietro le quinte è ugualmente importante agli occhi di Dio 1Corinzi 12:18-22. Insieme si riesce a fare sempre molto di più.
    La spontaneità del servizio
Il popolo fu ben disposto, nessuno lo spinse o lo costrinse a dare, esso offrì spontaneamente, liberamente e con gioia. Consideravano il servizio al Signore un grande privilegio Esodo 35:21-22. I materiali donati sono importanti, ma il v. 22 evidenzia che sono altrettanto importanti i sentimenti di chi dona.
È giusto che avvertiamo la responsabilità del servizio cristiano ma dobbiamo anche chiedere allo Spirito Santo di renderci ben disposti. Essere volonterosi è conseguenza di Dio che muove il cuore dei credenti. Per il buon andamento delle attività della comunità locali c’è tanto bisogno di volontari Matteo 9:37-38. Infatti il nostro servizio cristiano va innanzi tutto svolto e offerto all’interno della comunità di appartenenza Malachia 3:10; 1Corinzi 16:2; Atti 4 :34-37.
Mosè annunciò semplicemente il progetto, informò il popolo e poi lasciò che esso agisse liberamente. Quando è lo Spirito Santo a toccare i cuori non c’è mai carenza, il popolo offrì generosamente e portò più del necessario Esodo 36:5-7. Dio si rallegra nel vedere dei donatori allegri 2 Corinzi 9:7.
    Un servizio spirituale Esodo 35:30-35; 36:1.
Betsaleel aveva il desiderio di servire il Signore, Dio lo riempì di Spirito equipaggiandolo per adempiere il compito affidatogli.
Senza il Signore non possiamo fare nulla Giovanni 15:5. Lo Spirito Santo in noi produce il Suo frutto, ci guida nel compiere le buone opere e fa prosperare il nostro servizio. È Lui in noi che garantisce, nonostante le nostre mancanze, un servizio di successo, in quanto la Sua potenza opera a differenza delle nostre capacità che possono venire meno. Se cerchiamo di servire Dio e i fratelli, senza dipendere dallo Spirito Santo, rischiamo di bruciarci, di fallire, di scoraggiarci, di indebolirci. Il nostro rendimento sarà superficiale, povero e  privo di consistenza. Soltanto lo Spirito di Dio ci aiuterà a rimanere costanti, fedeli e fruttiferi.
La sapienza di Dio è collegata a una vita ripiena di Spirito Santo. La Sapienza è sapere come agire, come applicare conoscenza acquisita. Scegliere e fare giuste decisioni al momento opportuno. Viene data a coloro che lo chiedono e che naturalmente riconoscono il bisogno Giacomo 1:5-6; Proverbi 3:5-8.
La sapienza di Dio è importante per servire nella chiesa, in quanto soltanto Dio è Colui che può dare delle risposte ai problemi degli uomini. È la Sua Parola e non la sapienza umana che fa la differenza 1 Corinzi 2:4-5. Possiamo affermare: “La sapienza è lasciare alla Parola di Dio,  guidare i nostri ragionamenti” Salomone riconoscendo il compito arduo che lo aspettava come re, chiede a Dio sapienza 1 Re 3:7-12.
Una cosa saggia per il credente è quello di dedicarsi al settore in cui è chiamato dal Signore. Molti sono frustrati e sprecano delle energie inutilmente per cercare ostinatamente di far qualcosa per cui non erano stati chiamati o equipaggiati. Umilmente dobbiamo riconoscere i ruoli diversi che abbiamo all’interno della chiesa del Signore per compierli nella potenza dello Spirito Santo Zaccaria 4:6.

Come guida: Manuale di Studio per le Scuole Domenicali A.D.I.

Scarica Audio mp3
Formato pdf
Visualizza libro animato da sfogliare




Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it