Tutto l'evangelo Adi 8x1000 - 2015
Home | Forum | Newsletter | Audio mp3 | Scuola Domenicale | Eventi | Foto | Link
Inserisci il tuo indirizzo Iscrivimi Cancellami Leggi arretrati Leggi arretrati
L'angolo del Pastore
Nato di nuovo
Letture
Studi biblici
Meditazioni
Pensieri
Attualità
Pionieri
Bibbia online

Emittenti TV Cristiani Oggi

Il messaggio della settimana in mp3

Le frequenze di radio evangelo

La nostra comunità

Testimonianza PentecostaĆ²e

Chi siamo

Le nostre attività

Turno campeggio 2017

Giornalino L'informatore Evangelico

:: "Che compagno sei?
    Colossesi 4:7-18

Vorrei porre una domanda che servisse come trampolino di lancio per la nostra meditazione: «Che tipo di compagno sei?».
L’apostolo Paolo in questi versi letti usa specificamente per ben due volte la parola compagno, io vorrei aggiungere un terzo, che credo sia sottinteso. Le due parole di Paolo: «compagno di servizio» e «compagno di prigionia», ed io aggiungo «compagno di conforto». Colossesi 4:11.

Parlando di compagno o di compagni, nessuno pensi alla convivenza. Il termine forse va meglio inteso come collaboratore, amico, una persona al mio fianco. Forse potremmo anche menzionare la parola comitiva, un gruppo di persone che stanno insieme e fanno determinate cose insieme.
Per allargare ancor più il nostro pensiero associamo un’altra domanda a quella di prima: «a che tipo di comitiva vuoi far parte?»
Le comitive, i compagni o il gruppo di persone da cui si è di solito attratti sono quelli in cui è associato il divertimento, lo svago o tutto ciò che ha che fare con l’idea di relax e di comodità.
Non è difficile trovare dei compagni o formare una comitiva per andare mangiare insieme, giocare insieme o andare in vacanza insieme.
Certamente questi sono aspetti piacevoli della vita a cui non dobbiamo necessariamente rinunciare se si sa comportarsi con equilibrio e modestia.
Questo è un dato di fatto, il problema è che per trovare dei compagni o formare una comitiva di servizio, di prigionia e di conforto è più difficile. Il semplice fatto che alcuni sbuffano nella loro mente mentre mi ascoltano, già prova quello che ho affermato.
Il figliuol prodigo non ebbe nessun problema essere circondato da amici quando si scherzava, ma poi, non poteva più garantire un certo livello di
Che compagno sei?
divertimento alla sua comitiva, egli rimase senza compagni, mi correggo, trovò altri compagni facendo parte di una comitiva diversa: «composta di suini».
Gesù stesso, durante i momenti di grande popolarità poteva contare su moltitudini che lo appoggiavano e lo seguivano. Quando c’era da mangiare pane e pesce, i seguaci erano tanti, quando c’era di affrontare l’angoscia del Getsemani e la passione del Golgota, Egli era privo di compagni.

Parliamo adesso di questi tre tipi di compagni presenti nel testo:

1. Compagno di servizio nel Signore
Fra i più intimi collaboratori di Paolo figurano Timoteo ed Epafrodito, di cui l’apostolo menziona scrivendo alla chiesa di Filippesi 2:19-21; 25-30. Alcuni particolari risaltano da questo testo; un compagno di servizio non mette al primo posto i suoi interessi ma ha a cuore il bene dell’opera del Signore.
Si è pronti, anche a sacrificare del suo per servire i fratelli. Epafra, menzionato nel testo di Colossesi, è descritto come uno che si da molta pena per i credenti di Colosse.
Di questi tipi di compagni Paolo non ne aveva tanti, però c’erano; per esempio, Prisca e Aquila. Romani 16:3-4.
La comitiva del servizio e i compagni disposti a servire con sacrificio, non saranno mai numerosi, però, saranno certamente benedetti e ricompensati un giorno dal Signore.

2. Compagno di prigionia
Qui Paolo chiama in causa Aristarco, un fratello che è stato con lui anche in catene. Un amico fedele a Paolo e un credente fedele al Signore, anche in mezzo alle persecuzioni.
Pietro di fronte allo spettro di un suo arresto si è dissociato da Gesù negando di conoscerlo.
Paolo incoraggiava Timoteo di non vergognarsi delle sue catene e lo ricordava del comportamento di Onesiforo 2 Timoteo 1:8,16.
Compagni di lotta e di opposizione, che non sono presenti solo in tempi di libertà e di risveglio, ma anche in tempi difficili. A questo tipo di comitiva, il Signore manda parole di conforto. Apocalisse 2:10.

3. Compagni di conforto
Pensando all’apostolo Paolo proviamo una grande stima, rispetto ed apprezzamento per questo gigante della fede cristiana, eppure durante la sua vita, c’erano quelli che lo avevano procurato molto male 2 Timoteo 4:14; lo avevano lasciato, come Dema, ed altri che cercavano di causargli afflizione. Filippesi 1:17.
I suoi collaboratori fra i giudei che gli sono stati di conforto,ne sono menzionati due: Marco, il cugino di Barnaba, e Gesù detto giusto.
Chi sa quanti credenti sono stati confortati da una visita di Paolo, una parola d’incoraggiamento, noi stessi a distanza di secoli siamo confortati dai suoi scritti.
Certo che dove insegnava e cibava spiritualmente, le persone non mancavano; in seguito a qualche miracolo gli ammalati lo circondavano per ricevere anch’essi qualcosa, però quante volte Paolo è rimasto solo nelle sue afflizioni, forse solo in compagnia di Luca il medico.
Certamente è rimasto nella povertà, e fra le tante chiese che sono state benedette dal suo ministerio, poche sono quelle, che come Filippi, si sono ricordati di sostenerlo nelle sue necessità Colossesi 4:10-18.
Numerosa è la comitiva che vuole ricevere conforto da Dio, di numero inferiore è quella che sa dare conforto. Tanti sono i compagni quando si tratta di essere curati, meno sono quelli pronti a curare.
Grazie a Dio che per ogni credente, gli sarà provveduto qualcuno che lo conforterà, forse non saranno gli stessi che ti hanno cercato quando loro avevano bisogno di te, ma sapranno ugualmente darti il conforto necessario. Se fra gli uomini non ci sarà nessuno, Dio potrà servirsi anche degli angeli, una cosa è certa: la «Sua presenza non mancherà mai».

Concludo semplicemente ripetendo le domande iniziali, lasciando ad ognuno dare le proprie risposte:
«Signore, il prossimo, la chiesa e i fratelli?» «A che comitiva vuoi fare parte?»





Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it