Tutto l'evangelo Adi 8x1000 - 2015
Home | Forum | Newsletter | Audio mp3 | Scuola Domenicale | Eventi | Foto | Link
Inserisci il tuo indirizzo Iscrivimi Cancellami Leggi arretrati Leggi arretrati
L'angolo del Pastore
Nato di nuovo
Letture
Studi biblici
Meditazioni
Pensieri
Attualità
Pionieri
Bibbia online

Emittenti TV Cristiani Oggi

Il messaggio della settimana in mp3

Le frequenze di radio evangelo

La nostra comunità

Testimonianza PentecostaĆ²e

Chi siamo

Le nostre attività

Turno campeggio 2017


:: Giosafat: Vittoria nella Lode - Lezione 10


“Per mezzo di Gesù, dunque,
offriamo continuamente a Dio un sacrificio di lode:
cioè, il frutto di labbra che confessano il suo nome “.
Ebrei 13:15

Lettura biblica: 2 Cronache 20:1-30
Giosafat ebbe una buona testimonianza e come re fece delle importanti riforme spirituali in Giuda, fra queste assicurò che l’insegnamento della Legge di Dio raggiungesse ogni parte del paese 2 Cronache 17:3-9. Verso la fine del suo regno, Ammon e Moab mossero guerra contro Giuda, cominciarono a invadere il territorio ed egli ne ebbe paura. Giosafat cercò il Signore e la strategia che usò per affrontare la battaglia è significativa. Dio ha promesso di combattere per il suo popolo, il quale si presentarono alla battaglia con lode 2 Cronache 20:15-19.
    La lode del popolo
Giosofat fece avanzare dinanzi all’esercito i cantori, i quali non portavano le armature di guerra, ma indossavano i paramenti sacri usati nel culto al Signore. Dietro di loro, fece procedere ordinatamente tutto il popolo e, quando i Leviti iniziarono a cantare, il popolo si unì a loro. Le loro voci non alzavano grida di battaglia, ma davano lode a Dio e celebravano la Sua maestà e santità 2 Cronache 20:20-21.
I canti di lode determinarono la risposta di Dio 2 Cronache 20:22. Dio diede al Suo popolo la vittoria in modo così insolito che persino i vicini popoli pagani non poterono fare a meno di vedere la Sua potenza manifestata in quella vicenda.
    L’importanza della Lode
La lode è definita con i seguenti termini: dare approvazione, elogio, plauso. Questa riconoscenza o ammirazione è espressa in parole o in canto, significa magnificare o glorificare. Lodare Dio vuole dire, in parole povere, dare molta importanza a Dio. I giudei erano molto vocali e emotivamente espressivi quando lodavano Dio. Meditazione non è lode.
È  vero che la lode inizia con pensieri rivolti a Dio ma questi pensieri debbono diventare una qualche forma di azione per essere considerata lode. Alcuni credono che sia possibile incrociare le braccia e rifiutare di cantare eppure lodare Dio. La lode esce dalla bocca Ebrei 13:15.
La lode è un suono Salmo 66:8, un grido Salmo 100:1. La lode è un’azione della nostra volontà. Siamo esortati a lodare Dio Salmo 150:1 a prescindere di come ci sentiamo. La lode non dipende dai nostri sentimenti ma dalla grandezza di Dio che non cambia mai Salmo 42:5-6.
Qualcuno accusa affermando che la nostra lode sia pura emotività. Emotività è quando lodiamo Dio solo quando sentiamo di farlo, questo significa lasciarsi condizionare dalle nostre emozioni. Noi lodiamo Dio con entusiasmo a prescindere da come ci sentiamo. La lode non è emotività ma sicuramente è piena di emozioni. Dio ci ha creati con le emozioni e la lode è un modo meraviglioso per esprimerle a Dio.
Come nel caso di Giosafat, la lode è un atto di fede e ciò divenne un’arma di guerra. Lodando Dio, i Leviti affermavano di credere che Dio avrebbe fatto ciò che ha detto di fare
    I benefici della lode
Chi riconosce i benefici della lode sarà grandemente arricchito di fronte a qualsiasi circostanza della vita. La lode:
  • Ci salvaguarda dalle frustrazioni e dallo stress. Chi loda Dio per la sua onnipotenza non dovrà sentirsi schiacciato da certi pesi della vita. Riconosciamo di essere deboli, ma in Dio siamo forti perché Lui è forte. Lodando Dio ci rendiamo conto che Egli è in grado di condurci attraverso le valli oscure della nostra vita con successo. Ci lamenteremo di meno intorno ai metodi che Dio usa per formarci sviluppando così uno spirito più sottomesso e saremo più contenti nell’accettare la Sua volontà per noi. Non saremo amari, arrabbiati e paurosi.
  • Ci libera da sensi di colpa. Chi loda Dio è sciolto dal peso della colpa per i peccati commessi e gode del perdono ricevuto e della purificazione da ogni iniquità. Lodare Dio ci aiuta a capire come Dio ci santifica, ci purifica, ci perfeziona e ci lava con il sangue prezioso di Gesù.
  • Ci libera dall’essere mormoratori e critici nei confronti degli altri. Lodando Dio comprendiamo che il giusto giudizio viene dal Signore. Chi critica spesso dovrebbe lodare Dio di più. Quando lodiamo Dio ci lamentiamo di meno e non cadiamo nell’autocommiserazione per torti subiti o per sentimenti feriti. Non ci lasciamo vincere dal male, siamo invece rinvigoriti e siamo grati per l’aiuto che Dio ci fornisce.
  • Ci fortifica e ci da certezza nel cuore anche in mezzo alle tribolazioni Giovanni 16:33; Efesini 1:3.
  • Ci aiuta a non dover sentire il bisogno di sapere il perché di tutte le cose che ci accadono dandoci una fiducia maggiore nella sovranità di Dio Romani 8:28. Lodando impariamo a dipendere meno sulle nostre risorse e ci rallegriamo di più nel pensare alle risorse divine Filippesi 4:19.
Come guida: Manuale di Studio per le Scuole Domenicali A.D.I.

Scarica Audio mp3
Formato pdf
Visualizza libro animato da sfogliare




Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it