Tutto l'evangelo Adi 8x1000 - 2015
Home | Forum | Newsletter | Audio mp3 | Scuola Domenicale | Eventi | Foto | Link
Inserisci il tuo indirizzo Iscrivimi Cancellami Leggi arretrati Leggi arretrati
L'angolo del Pastore
Nato di nuovo
Letture
Studi biblici
Meditazioni
Pensieri
Attualità
Pionieri
Bibbia online

Emittenti TV Cristiani Oggi

Il messaggio della settimana in mp3

Le frequenze di radio evangelo

La nostra comunità

Testimonianza PentecostaĆ²e

Chi siamo

Le nostre attività

Turno campeggio 2017

Giornalino L'informatore Evangelico

:: STAGNI E SORGENTI
di Giusi Gatta


Un ruscello scorre attraverso il bosco; dalla sorgente da cui trae origine, scaturisce acqua pura e trasparente, acqua che si è scavata un sentiero confluente in un fiume più grande.
Il letto del ruscello cosparso di ciottoli, i quali, finemente levigati dall'incessante lavorio dell'acqua, hanno perso ogni asperità, tanto da consentire a chiunque di camminarvi senza ferirsi.
Attorno al ruscello cresce rigoglioso ogni tipo di vegetazione, la cui frescura attrae coloro che cercano refrigerio.
Il dolce mormorio dell'acqua che scorre funge da richiamo per coloro che passano nelle vicinanze.
Lo stagno invece è immobile e silenzioso, formatosi probabilmente da una deviazione di un corso d'acqua. Qualche detrito impedisce il deflusso delle acque, che raccoltesi, formano una pozza torbida e putrescente. L'acqua emana esalazioni malsane, e le uniche forme viventi che la popolano sono insetti, rane e serpenti.

L'aria è greve ed immobile, nessuno scroscio d'acqua rompe il silenzio, e nessuno osa avvicinarsi per paura di sprofondare tra la putrida vegetazione che lo circonda.
Queste immagini mi sono venute alla mente allorché, pregando, pensando ai momenti in cui la vita cristiana devia dal suo corso, e da ruscello si trasforma in stagno; tutto diventa silenzioso, non si riesce più a testimoniare; l'acqua s'intorbidisce, la nostra vita non è più limpida come prima; l'acqua non scorre più verso il fiume, l'atmosfera diventa immobile, opprimente, insopportabile.
E come lo stagno non è capace di dare refrigerio, e diventa infido per che lo avvicini, così accade per il cristiano che abbia deviato il corso della sua vita.
Detriti si accumulano ad impedire che le acque defluiscano, e solo la mano di qualcuno può riuscire a rimuoverli. Questo qualcuno è Cristo; egli è pronto a rimuovere i detriti accumulati nel nostro cuore affinché, secondo la Sua Promessa, sgorghino ancora da esso "fiumi d'acqua viva".

da: IL CEDRO




Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it