Tutto l'evangelo Adi 8x1000 - 2015
Home | Forum | Newsletter | Audio mp3 | Scuola Domenicale | Eventi | Foto | Link
Inserisci il tuo indirizzo Iscrivimi Cancellami Leggi arretrati Leggi arretrati
L'angolo del Pastore
Nato di nuovo
Letture
Studi biblici
Meditazioni
Pensieri
Attualità
Pionieri
Bibbia online

Emittenti TV Cristiani Oggi

Il messaggio della settimana in mp3

Le frequenze di radio evangelo

La nostra comunità

Testimonianza PentecostaĆ²e

Chi siamo

Le nostre attività

Turno campeggio 2017

Giornalino L'informatore Evangelico

:: Su quale strada ti trovi?

Una sera guardando distrattamente la televisione mi sono soffermato ad ascoltare un brano del cantante più in voga del momento, Zucchero Fornaciari, il cantante che più di tutti oggi esprime il pensiero dei giovani che vivono in questo mondo sperando in un futuro migliore senza però sapere chi e che cosa può dare un futuro migliore.
La canzone che ho ascoltato parlava di socializzazione, amicizia, invitava ognuno ad abbandonare la propria solitudine; in particolare mi hanno colpito le parole del coro: «Hey man, che cammini come me, dall'altra parte della strada; dai vieni insieme a me da questa parte della strada».
In un primo momento ho pensato: «però che bel messaggio», tutti i giovani oggi camminano sulla stessa strada, verso la stessa direzione ma su binari paralleli che mai si incontrano, tutti con gli stessi problemi, ma tutti isolati.
L'incomunicabilità è oggi uno dei problemi più presenti: viviamo in migliaia stretti in poco spazio ma molti sono soli come in un deserto; e così ho portato avanti il mio ragionamento, «è buono questo messaggio», stavo per concludere.
Ma poi una lampadina si è accesa nella mia mente come un allarme: «che cosa stai pensando?», mi sono detto: il problema non è il lato della strada che percorriamo, nè se lo percorriamo da soli o in compagnia, il problema è prima di tutto nella strada.
La Parola di Dio afferma chiaramente che vi sono due vie, una larga che mena alla perdizione ed una stretta che porta al Cielo (Matteo 7:13-14).
Per la nostra natura tutti siamo avviati sulla strada larga (soli o in compagnia), il problema fondamentale è quello di convertirci, di cambiare direzione, di risalire la corrente.
Questa è una decisione singolare e personale, ognuno è responsabile per la propria scelta.
Su quale strada ti trovi? Sulla strada che percorrono, purtroppo, la maggior parte dei giovani di questo mondo, triste e solo fra la massa, oppure su quella strada stretta, ma dolce, seguendo Gesù?
La scelta è solo tua; Gesù ti dice: «Se uno vuol venire dietro a Me, rinunzi a se stesso e prenda la sua croce e mi segua» (Matteo 16:24).
Gesù ti invita ad abbandonare le zavorre del passato «Venite a Me, voi tutti che siete travagliati ed aggravati, ed io vi darò riposo. Prendete su voi il Mio giogo ed imparate da Me, perché Io sono mansueto ed umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; poiché il Mio giogo è dolce e il Mio carico è leggero» (Matteo 11:28-30); abbandona la tristezza e la solitudine e rivestiti dell'equipaggiamento che Dio ti offre per iniziare il nuovo cammino dietro Lui, verso Lui e con Lui.
Questo è il vero messaggio, la Buona Novella, l'unico messaggio che può risolvere i problemi che sono nel cuore dell'uomo, infatti «Se uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove» (2 Corinzi 5:17); tutto diventerà una cosa vecchia: la solitudine, l'insoddisfazione, la stanchezza.
Ed allora, anche se la melodia è meno allettante, preferisco cantare «Sono sulla strada che porta a Te… vieni fratello, vieni con me, lungo la strada Signor che porta a Te!».

da: «Giovani News»




Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it