Tutto l'evangelo Adi 8x1000 - 2015
Home | Forum | Newsletter | Audio mp3 | Scuola Domenicale | Eventi | Foto | Link
Inserisci il tuo indirizzo Iscrivimi Cancellami Leggi arretrati Leggi arretrati
L'angolo del Pastore
Nato di nuovo
Letture
Studi biblici
Meditazioni
Pensieri
Attualità
Pionieri
Bibbia online

Emittenti TV Cristiani Oggi

Il messaggio della settimana in mp3

Le frequenze di radio evangelo

La nostra comunità

Testimonianza PentecostaĆ²e

Chi siamo

Le nostre attività

Turno campeggio 2017

Giornalino L'informatore Evangelico

:: GEORGE WHITEFIELD
(1714-1770)
grande risveglio in mezzo a Middie Colonies


George Whitefield
G. Whitefield crebbe in Gloucester, Inghilterra, e lavorò nella taverna dei suoi genitori. La sua straordinaria eloquenza fu notata già in giovane età. A lui sarebbe piaciuto diventare un attore, invece la sua voce fu utilizzata per chiamare migliaia di persone a Cristo in Bretagna e nell'America coloniale.
Whitefield ebbe un ruolo importantissimo, assieme ai fratelli Wesley, nel risveglio che interessò la Bretagna nella prima meta del 1700. La sua potenza nel predicare suscitò una grande risposta ovunque andasse. Fu il primo evangelista moderno a viaggiare e predicare porta a porta nei campi e nelle piazze delle città.
Egli è largamente ricordato anche per la parte che ebbe nel primo grande risveglio in America, dove la sua predica ebbe un tremendo impatto. Spesso predicava a migliaia di persone e molti attraversavano lunghe distanze a cavallo per ascoltarlo. Benjamin Franklin, che fu suo amico, una volta calcolò che in un
solo giorno Whitefield fece sentire la sua voce a trentamila persone! L'edificio che Franklin costruì affinché Whitefield predicasse in Philadelfia, divenne l'Università della Pensilvania.
Prima di George Washington, Whitefield fu la figura più popolare in America. Morì a Newburyport, Massachusets, nel 1770, e lì fu cremato.
Una caratteristica del risveglio americano è stata il bisogno di raggiungere i perduti e di spronare tutti i credenti. Poco dopo il 1700 si avvertiva un declino nella vita morale e religiosa, provocato dall'influenza della vita di frontiera, dagli spostamenti di popolazione e da una serie di brutali guerre.
Il grande risveglio che stimolò una profonda vita morale e spirituale tra il popolo ebbe inizio nel 1726 con la predicazione di Teodoro Frelinghuysen nelle chiese riformate olandesi del New Jersey. L'opera di Frelinghuysen influenzò i pastori presbiteriani Gilbert Tennent e Guglielmo Tennent il giovane, che divennero ardenti araldi del risveglio tra gli Scozzesi-Irlandesi delle colonie centrali, ponendo così i saldi fondamenti per l'opera di risveglio compiuta da Whitefield in quelle colonie, al suo arrivo, nel 1739.
Il fuoco del risveglio iniziatosi tra i riformatori calvinisti olandesi e presbiteriani delle colonie centrali si diffuse ben presto alla congregazionalista Nuova Inghilterra attraverso l'opera di Jonathan Edwars (1703-1758). Il risveglio, iniziatosi nel 1734, si sparse in tutta la Nuova Inghilterra, raggiungendo il suo vertice massimo nel 1740. A quell'epoca Whitefield fece la sua apparizione a Boston e la sua predicazione richiamò un gran numero di persone ad ascoltarlo.
Gli sforzi di tutti i predicatori del risveglio furono unificati da Whitefield nei suoi viaggi in tutte e sette le colonie, compiuti tra il 1739 e il 1769. Benché spesso la predicazione fosse seguita da inconsueti fenomeni, fu questo un tipo di risveglio più equilibrato del secondo che si sarebbe verificato verso la fine del secolo. Questo fu l'equivalente americano del risveglio Inglese.
Si ebbero dei risultati sorprendenti. Nella Nuova Inghilterra, su un a popolazione di circa trecentomila persone, alle chiese già esistenti se ne aggiunsero altre centocinquanta e da trenta a quarantamila persone entravano a far parte delle chiese delle colonie centrali e meridionali. Si notava un più alto tono morale nelle famiglie nel lavoro e nei divertimenti della gente.
A Philadelfia la drammatica predica di Whitefield fu sensazionale, e catturò l'interesse di Benjamin Franklin, che divenne il suo amico e ammiratore per la vita.
Attraverso l'opera di Whitefield altri gruppi come i Moraviani, Quaqqueri, Anglicani, Presbiteriani, Battisti, e Congregazionalisti, beneficiarono di questo rinnovamento spirituale, e cominciarono a cooperare tra loro.
Il lavoro missionario venne spronato, cosicché uomini come David Brainerd. nel 1743, si diedero all'opera missionaria tra gli indiani con molto sacrificio personale.
Whitefield fondò un orfanotrofio a Bethesda, nella Georgia, e molte altre iniziative umanitarie dovettero il loro sorgere grazie a questo risveglio.




Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it