Tutto l'evengelo - L'angolo della scuola domenicale
Home Scuola domenicale La nostra voce Mappa del sito


  Il dono della Parola un tesoro inestimabile


Le nostre comunità, come ogni comunità appartenente al mondo evangelico classico, hanno sempre posto un’enfasi particolare sul ruolo fondamentale che riveste la Parola di Dio nella vita del credente, nella famiglia e nella comunità locale. Senza di essa non si può sussistere e non si può progredire spiritualmente (Deut. 32:47; 2Tim. 3:16). La Parola di Dio, infatti, è quella che genera fede per la salvezza ed è quella che fa crescere nella grazia (cfr. Rom. 10:8, 17:1; 1Pietro 2:2). Lo Spirito Santo è l’Agente divino che ci ricorda, applica al nostro cuore e rende reale questa Parola nella nostra vita (Giov. 16:12-15).
Il Signore ci parla tramite la Sua Parola, la Bibbia, o Sacre Scritture (2 Pietro 1:19-21), Dio ci ha fatto dono di questo tesoro inestimabile, parlandoci in forma scritta ed oggettiva affinché potessimo conoscere la Sua volontà; perciò, la cosa prima, più saggia e semplice da fare è quella di avere la Bibbia sempre con noi. Alfine di ricevere beneficio dall’uso che facciamo della Scrittura, e quindi maturare nella fede, dovremmo udirla, riceverla ed assimilarla (cfr. Ebrei 4:2), consapevoli che si tratta della Parola che Dio stesso vuole rivolgerci (cfr. 1 Tess. 2:13). Dobbiamo, altresì, leggerla con cura e diligenza, pregando affinché lo Spirito Santo illumini la nostra mente per intenderla come si conviene. Inoltre, è importante studiarla in modo sistematico come pure memorizzarla, affinché possa veramente essere efficace nella nostra vita quotidiana (Col. 3:16).
Dobbiamo udire attentamente la Parola di Dio com’è predicata dai fedeli ministri dell’Evangelo. Nel culto al Signore l’annuncio della Scrittura riveste un ruolo tutt’altro che secondario e la sua lettura, meditazione e proclamazione occupa la maggior parte del tempo. Come credenti desiderosi di crescere sempre di più nel Signore non dobbiamo soltanto ascoltare la Parola, ma metterla in pratica (Giac. 1:22), aspettandoci la benedizione frutto dell’ubbidienza ad essa. Dobbiamo impegnarci a leggere la Bibbia costantemente, personalmente e in famiglia. Una “dieta” regolare delle Scritture rafforzerà la nostra comunione con Dio e ci farà essere spiritualmente in forma. Non dovrebbe essere una lettura saltuaria e casuale, come chi apre a caso la Scrittura aspettandosi di trovare il “versetto del giorno”. Certo, Dio può benedire qualsiasi lettura della Sua Parola, ma il modo più utile è quello di leggerla e
meditarla sistematicamente e regolarmente con l’intento di crescere nella conoscenza della verità divina.
Oltre ad una lettura estensiva della Bibbia, è nostro dovere studiare la Scrittura in modo particolare, esaminando argomenti diversi più approfonditamente. Per esempio, uno studio dei Vangeli ci dà una conoscenza di ciò che Gesù ha detto e ha fatto quand’era sulla terra (cfr. Atti 1:1).
Lo studio di epistole come Romani e Galati ci può dare una comprensione più chiara della dottrina della giustificazione per fede, mentre lo studio della prima epistola di Giovanni ci potrà dare la certezza di cui abbiamo bisogno sul fatto di conoscere Dio e l’Evangelo della grazia. Uno studio regolare della Scrittura esige diligenza e applicazione, richiede l’utilizzo di un quaderno di appunti o di un PC sul quale fare uno schema degli argomenti presi in esame per annotarvi ulteriori approfondimenti e aggiornarne i contenuti. Gli ultimi Manuali di Studio per le Scuole Domenicali, classe adulti (insegnanti), contengono delle note e
dei suggerimenti che incoraggiano il lettore a sviluppare i temi trattati e a farlo in modo più accurato. Nell’interpretare ciò che studiamo, dovremmo prima cercare di capire il contesto di ciascun brano, poi quello che nel contesto storico-grammaticale lo scrittore dichiara e farne le dovute applicazioni spirituali. Imparare a memoria versetti della Scrittura, ci può rendere più forti nel resistere alle tentazioni, prendere decisioni che possano essere gradite a Dio quando non abbiamo con noi la Bibbia, come pure nel testimoniare a quanti non conoscono Cristo. Ricordiamoci, soprattutto, di mettere in pratica la Parola perché i peggiori critici della Bibbia non sono tanto quelli che cercano di razionalizzarla, secondo una logica prettamente umana, che la mettono in discussione o che l’attaccano: i peggiori nemici della Scrittura sono coloro che professano di credervi ma che non la mettono in pratica. Crescere nella grazia non significa soltanto divenire un credente nella Bibbia, ma divenire una persona che applica l’insegnamento della Parola di Dio regolarmente e che cerca di vivere in modo coerente con quanto vi legge.
    CONSIGLI PER CHI LEGGE
1. Prega prima di leggere
Ti stai accingendo, attraverso la lettura biblica, ad incontrare Dio attraverso la Sua Parola. È un momento solenne, nel quale devi entrare con rispetto e attenzione. La preghiera deve prima di tutto esprimere il riconoscimento di questo fatto attraverso la lode e l’adorazione. Inoltre, prega affinché Dio lo Spirito Santo ti illumini durante lettura e renda vive e rilevanti al tuo spirito le verità ivi contenute.

2. Leggi il testo biblico con attenzione
Possibilmente a voce alta, scandendone bene le parole, ma, soprattutto, comprendendone il significato.

3. Medita su quanto hai letto
Esplora il significato del brano con l’aiuto di queste domande:
  • a. Qual è il punto principale del messaggio del testo?
  • b. C’è una promessa o un comando, un’ammonizione o un esempio da tenere in particolare considerazione?
  • c. Come può questo testo aiutarci a comprendere meglio noi stessi, la nostra situazione, o i nostri rapporti con gli altri?

  • 4. Cerca dei riferimenti biblici riguardo al testo letto
    Confrontali con quanto hai letto, arricchendo il tuo pensiero con altri brani della Scrittura.

    5. Agisci, in conformità con quanto hai letto dalla Parola di Dio
    Chiedi al Signore in preghiera che lo Spirito Santo ti guidi anche nel condividere ciò che hai imparato con altre persone, oltre che a vederlo adempiuto prim’ancora nella tua vita.

    da: Il Consigliere della Scuola Domenicale 08 Formato pdf





    Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

    © www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
    WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
    Powered by FareSviluppo.it