Tutto l'evengelo - L'angolo della scuola domenicale
Home Scuola domenicale La nostra voce Mappa del sito

:: Il frutto dello Spirito è…

"Il frutto dello Spirito è: amore, gioia, pace, pazienza, benignità, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo". Gal. 5:22

Dio dona il frutto dello Spirito solo a chi lo accetta come personale Salvatore e vive una vita di completa comunione con Lui. Gesù dice: "Colui che dimora in me ed io in lui porta molto frutto". Giov. 15:5.
Gesù specifica la necessità di portare molto frutto.

1. AMORE
L’amore è la più elevata manifestazione dello Spirito Santo perché è la natura stessa di Dio. L’amore contiene in sé tutti i frutti dello Spirito.
Quest’amore, il cristiano non lo ha ottenuto per i suoi meriti, ma solo per l’amore di Dio che ha donato il Suo Figliuolo Gesù sulla croce. Il frutto che noi portiamo è l’espressione della Sua vita in noi; quest’amore è altruista e disinteressato.
Albero dell'amore

2. GIOIA
La gioia che Dio dona è diversa da quella del mondo, quella del Signore permette al cristiano di gioire anche nelle difficoltà della vita.
Un cristiano che non ha gioia non è ripieno dello Spirito Santo. La vera gioia è quella che dona il Signore.
"Mandate gridi di gioia all'Eterno,… venite al Suo cospetto con canti". Salmo 100:1,2.

3. PACE
La pace nasce da un cuore giustificato per fede. La pace che Dio dona è speciale, va oltre le difficoltà della vita. Soltanto un rapporto vero con Dio può dare la vera pace. Gesù è la vera pace.
"Io vi do la mia pace. Io non vi do come il mondo dà". Giov. 14:27.

4. LENTEZZA ALL’IRA
La pazienza è una delle qualità essenziali del cristiano. Paziente è colui che accetta le offese e le avversità della vita nel saper perdonare; il nostro esempio è il Signore che sopporta i nostri errori e non ci abbandona mai donandoci il Suo perdono. Quest’esempio d’amore lo dobbiamo mostrare ai nostri fratelli e al prossimo.
Gesù dice: "Imparate da me che sono mansueto e umile di cuore". Matteo 11:29

5. BENIGNITÁ
La benignità si evidenzia nei credenti a favore degli altri nel saper dare con dolcezza e con amore.
Questa virtù contribuisce a mantenere l’unione pratica del corpo di Cristo.
"Il Signore è buono e le sua benignità dura in eterno". Salmo 100:5

6. BONTÁ
Chi è dotato di questa virtù, cerca il benessere dei fratelli e del prossimo e si adopera nel procurarlo. È chiaro che tutto proviene da Dio, quando trova dei cuori disponibili ad albergarLo. Si è buoni perché Dio stesso ci fa tali.
"Ciò che rende caro l’uomo è la bontà". Prov. 19:22

7. FEDELTÁ
La fedeltà è il frutto che raggiunge la sua maggiore forza durante la prova. Chi è fedele, porta a termine il suo impegno preso con Dio e con il prossimo.
"Il Signore retribuirà ciascuno secondo la sua giustizia e la sua fedeltà". 1 Sam. 26:23

8. MANSUETUDINE
La mansuetudine, non è debolezza anzi consiste nel prendere una ferma posizione per Dio. Il mansueto discute senza perdere la calma, affronta ogni situazione non con il proprio carattere ma con quello di Dio, cercando di risolvere ogni problema con profonda umiltà.
Avere un carattere mite è la prova più convincente della nostra relazione con Dio.
"La vostra mansuetudine sia nota a tutti gli uomini". Fl. 4:5

9. AUTOCONTROLLO
L’autocontrollo è il frutto che ogni credente, se non ancora lo possiede, deve cercarlo con diligenza. Ci aiuta a saper dominare i propri istinti ed è l’evidenza di una maturità cristiana che sopporta i torti e le offese ricevute, perché lo Spirito Santo è in noi.
"Dio ci ha donato uno Spirito non di timidezza, ma di forza, d’amore e di autocontrollo". 2 Tim.1:7

Gli alunni della Scuola Domenicale.
Linea 1

RIFLESSIONE:

Albero della vita Riflessione

L’Amore. Come l’arancia è un solo frutto, con tanti spicchi buoni, dolci e saporiti così è l’amore che Dio ci dona; possiede in sé tutti i frutti dello Spirito.
"Se non hai l’amore non puoi avere gli altri frutti". Quando lo Spirito Santo dimora nel credente è una vita che riflette Cristo nelle azioni e nel carattere.
Le nove manifestazioni del frutto dello Spirito sono la sostanza del credente. Se abbiamo queste virtù le anime sono attratte a Cristo e salvate.
"Tre sono le cose che durano: la fede, la speranza e l’amore ma la più grande di esse è l’amore". 1 Cor. 13:13.

Maria Torraco.





Chi siamo | Dove siamo | Mappa del sito | Diritti d'autore

© www.tuttolevangelo.com 2002 - 2017 - Tutti i diritti sono riservati. È vietata ogni riproduzione anche parziale.
WEBMASTER - Direttore direttore@tuttolevangelo.com
Powered by FareSviluppo.it